Mercato immobiliare Livorno, compravendite e quotazioni in città e provincia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 2019 è stato un anno di tentata ripresa per il mercato immobiliare di Livorno e provincia, con un numero di compravendite ancora in crescita, e un andamento dei prezzi piuttosto altalenante, contraddistinto da un incremento nelle Isole e da un passo indietro tra l’1,6% e il 3,0% nel resto del territorio.

Certo, alla luce di quanto accaduto nella primavera 2020, con il mercato alle prese con i primi effetti delle misure restrittive anti-coronavirus, è lecito pensare che i numeri aggiornati allo scorso dicembre siano già drasticamente superati. In realtà, però, giova comunque soffermarsi per qualche minuto sulla loro esposizione, valutato che, in fin dei conti, potrebbero essere un buon punto di “ripartenza” per la seconda metà d’anno.

I criteri statistici

Ancor prima di comprendere come se la sia cavata il mercato immobiliare di Livorno nell’ultimo anno, è bene anticipare alcuni criteri statistici adottati dall’Osservatorio del Mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate nelle sue più recenti statistiche regionali, considerato che è proprio da queste che trarremo spunto per un rapido commento sull’evoluzione del mattone livornese.

In particolare, anche per il 2019 l’OMI ha suddiviso il territorio provinciale in 5 macroaree:

  1. Cintura Nord-Est;
  2. Isole;
  3. Val di Cormia;
  4. Zona costiera;
  5. Livorno Comune.

Per ciascuna di queste macroaree sono disponibili i dati puntuali su compravendite e quotazioni medie.

Le compravendite

Partiamo dalle compravendite che, come avviene in maniera continuativa dal 2015, hanno chiuso l’anno in un territorio stabilmente positivo.

Le transazioni notarili della provincia di Livorno sono infatti cresciute del 4,3% a 4.821 unità e, di queste, oltre il 40% è avvenuto nel territorio comunale di Livorno (+ 4,8% a 2.061 unità). Piuttosto dinamico è stato il mercato immobiliare della zona costiera, con un incremento delle transazioni notarili del 6,8% a 803 transazioni, e quello della Cintura Nord-Est, con un aumento del 5,5% a 753 unità.

L’unica macroarea con una flessione è stata quella delle Isole, con un lieve segno negativo per lo 0,4%.

Le quotazioni

Passando all’esame dell’andamento delle quotazioni immobiliari, rileviamo come il 2019 si sia chiuso con un altro calo nel prezzo degli immobili, pur contenuto in un -1,0% a 1.960 euro al metro quadro, quale media ponderata tra le crescite dei valori riscontrate nella Cintura Nord-Est (+ 0,6% a 1.887 euro al metro quadro) e Isole (+ 1,0% a 2.916 euro al metro quadro), e le flessioni  nella Val di Cornia (- 1,6% a 1.564 euro al metro quadro), a Livorno (- 2,0% a 1.681 euro al metro quadro) e nella Zona Costiera (- 3,0% a 2.033 euro al metro quadro).

Per quanto poi concerne il solo mercato immobiliare di Livorno città, la zona più cara si conferma essere quella contraddistinta con la zona OMI C6 (P.ZZA MASCAGNI – ARDEGNA – QUERCIANELLA), con valori medi di 2.108 euro al metro quadro, davanti alla zona OMI D12 (ZONA A MONTE DI ANTIGNANO – MONTENERO – CASTELLACCIO).

La zona con la maggiore attività immobiliare è invece stata quella C3 (VIA GALILEI – CISTERNONE – OSPEDALE – STAZIONE – COTETO), con 386 transazioni, davanti a quella B1 (P.ZZA DEL MUNICIPIO – P.ZZA DELLA REPUBBLICA – P.ZZA CAVOUR) con 354 transazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi essere avvisato quando ne pubblicherà altri?
Rispettiamo la tua privacy
Come comprare un immobile in Italia
Il manuale per non commettere errori fatali quando compri casa
La tua privacy è al sicuro. Puoi cancellare i tuoi dati con un clic.